INVALIDITÀ CIVILE

Domanda: Cosa devo fare per ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile?

Risposta: Dall’01.01.10 le domande per ottenere benefici in materia di invalidità, cecità e sordità civile, handicap, e disabilità devono essere presentate all’I.N.P.S. unitamente alla certificazione medica, unicamente per via telematica (internet).

Chi intende presentare domanda per il riconoscimento di una infermità invalidante deve pertanto recarsi da un medico abilitato alla compilazione on line del certificato medico introduttivo, perché sia attestata la patologia invalidante; deve poi presentare all’I.N.P.S. via Internet, direttamente, oppure tramite un Patronato o un’Associazioni di categoria, la domanda di riconoscimento dei benefici. Deve, infine, effettuare la visita medica di accertamento presso la Commissione A.S.L. integrata da un medico I.N.P.S., nella data che gli verrà comunicata.
Per chi chiede la visita domiciliare il medico certificatore dovrà compilare ed inviare (sempre per via telematica) il certificato di intrasportabilità almeno 5 giorni prima della data fissata per la visita.

Bisogna presentarsi alla visita, nella data fissata, con un valido documento di identità, il certificato medico in originale firmato e tutta la documentazione sanitaria in possesso del richiedente.
Sarà possibile per il richiedente farsi assistere dal proprio medico di fiducia.

In caso di assenza ingiustificata si provvederà a una nuova convocazione. Nel caso di due assenze consecutive saranno considerate come una rinucia alla domanda, con perdita di efficacia della stessa. La Commissione dell’Azieda A.S.L. è integrata con un medico dell’I.N.P.S. Al termine della visita viene redatto il verbale elettronico, riportando l’esito, i codici e l’eventuale indicazione di patologie che comportano l’esclusione di successive visite di revisione. Il verbale che esprime il giudizio di accoglimento o di rifiuto della Commissione sarà validato dall’I.N.P.S., che provvederà ad inviarlo al domicilio dell’interessato. Se dal riconoscimento conseguirà un beneficio economico l’interessato verrà invitato a completare la domanda con i dati necessari per l’accertamento dei requisiti socio economici. Nel caso in cui il parere della Commissione non sia unanime l’I.N.P.S. sospende l’invio del verbale e acquisisce gli atti che verranno esaminati dal Responsabile del Centro Medico Legale dell’I.N.P.S. Questi può validare il verbale entro 10 giorni oppure provvedere a una nuova visita nei successivi 20 giorni. Concluso l’iter sanitario l’Amministrazione titolare del potere concessorio verificherà i requisiti amministrativi ed invierà al domicilio dell’interessato il provvedimento di accoglimento o di rigetto. Il tempo massimo intercorrente tra la presentazione della domanda e l’erogazione delle previdenze conseguenti al suo accoglimento è di 120 giorni.
Contro i verbali emessi dalle Commissioni mediche è possibile presentare ricorso entro 180 giorni dalla notifica del verbale, davanti al giudice ordinario con l’assistenza di un legale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*