Il libro “Terzo settore. Risorsa per enti ecclesiastici e famiglie religiose”

Sempre più spesso si sente parlare di “Terzo settore”. È un’espressione, questa, che, ormai, è entrata a far parte del linguaggio comune. In linea generale si può dire che ha a che fare con il mondo del volontariato e delle organizzazioni che gravitano nella sua orbita. Più precisamente, va inteso quale complesso di enti privati orientati alla produzione di beni e servizi di utilità sociale, da intendersi oramai quale elemento portante della società contemporanea. Il libro “Terzo settore. Risorsa per enti ecclesiastici e famiglie religiose” si rivolge a chi vuole fare ingresso nel mondo del Terzo settore, proponendosi come una vera e propria guida. Oltre a fornire un’occasione per riflettere sulla presenza ecclesiale nel Terzo settore, questo libro, che vede la prefazione del Cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale della Santa Sede, rappresenta, anche per le realtà laicali, una opportunità di approfondimento della normativa degli enti non profit, utile per comprendere in quale direzione andare alla luce della recente riforma del Terzo settore e le opportunità che tale riforma offre alle organizzazioni di volontariato, fondazioni, associazioni di promozione sociale, organizzazioni non governative, etc. Quattro sono gli autori: Vincenzo Comodo, docente di Sociologia della vita consacrata, presso l’Istituto di Teologia della vita consacrata “Claretianum” della Pontificia Università Lateranense di Roma; Giuseppe Brandi, avvocato, formatore ed esperto di legislazione degli enti non profit e revisore legale dei conti in fondazioni ecclesiali e laicali; Gian Franco Poli, docente di Teologia della organizzazione, presso l’Istituto di Teologia della vita consacrata “Claretianum” della Pontificia Università Lateranense di Roma; e Luigi Patella, fiscalista e tributarista, formatore esperto del Terzo settore.

terzo-settore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*