A Proposito dell’assegno di mantenimento dell’ex coniuge… (II)

Assegno di mantenimento

La Corte di Cassazione, VI Sezione, con Sentenza n. 7053 dell’08.04.15 ha negato il mantenimento alla ex moglie da parte dell’ex marito dotato di un reddito netto quasi sufficiente a far fronte alle esigenze della vita quotidiana perché gravato da spese, quali l’accollo totale del mutuo per l’acquisto dell’appartamento in comproprietà della moglie, l’assegno di mantenimento per i figli, ecc.

Se è vero che la disparità della situazione economica tra i due coniugi è uno dei fattori determinanti per far maturare il diritto all’assegno di mantenimento a favore di quello più debole, è altresì vero che, nel porre a confronto le due situazioni reddituali, si deve tener conto anche dell’incidenza degli esborsi sulla complessiva situazione patrimoniale del coniuge gravato.

Il principio sarà sicuramente salutato con favore (a dir poco) da tanti padri!

NEL PROSSIMO ARTICOLO “IL DIVORZIO BREVE”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*