A proposito dell’assegno di mantenimento dell’ex coniuge (I)

Assegno mantenimento

La Corte di Cassazione, I Sezione, con sentenza n. 6855 del 03.04.15 ha stabilito che la formazione di una nuova famiglia di fatto da parte del coniuge divorziato determina la perdita definitiva dell’assegno di mantenimento di cui il medesimo benefici, dando rilievo anche alla convivenza more uxorio ai fini della decadenza del diritto al mantenimento.
Stop, quindi, all’excamotage usato da molte donne che, convivendo con un altro uomo, non si risposavano per continuare a percepire il danaro dall’ex coniuge.
Certo deve trattarsi di un’unione stabile, specificando la Cassazione che l’espressione “famiglia di fatto” non consiste soltanto nel convivere come coniugi, ma indica prima di tutto una “famiglia” portatrice di valori di stretta solidarietà, di arricchimento e sviluppo della personalità di ogni componente, e di educazione e di istruzione dei figli, di fronte alla quale viene meno anche il parametro dell’adeguatezza dei mezzi rispetto al tenore di vita goduto durante la convivenza matrimoniale da uno dei partner. Si rescinde così ogni connessione con il tenore e il modello di vita caratterizzanti il pregresso matrimonio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*